CASTELLO DI SALAPARUTA (Salaparuta – Trapani)

Localizzazione storica: Val di Mazara.
Cronologia delle principali fasi storico-costruttive:
XVI (prima metà) – costruzione della torre.
XV (?) – ampliamento con l’aggregazione di mura di cortina.
XV (1436 – 1439) – restauri al castello – Di Giovanni 1889, p. 280.
XVI (1503) – licentia per ingrandire il casale – Barberi, III, p. 9.
XX (seconda metà) – distruzione totale.
Notizie storiche:

È unacostruzioneche è unasommitàdell’omonimo monte. Gliammiratoridellabellezzapossono Clicca qui per maggiori informazionisullacostruzione. Una volta era la sede di una zona abitatache era circondata da mura e oraanchenoipossiamofacilmentericonoscereiresti di una porta. Ilbordosullatomeridionale del castello è moltoprecipitosaed è statoipotizzatochedeveessere la porta d’ingresso in passato. Si possonotrovare due torriprincipalilungoillatonord del castello.

1296 – Henricus Abbas pro casali Sale – Gregorio 1791-92, II, p. 470.
1305 – casale Sale – Bresc 1975, p. 430-
1308 – casale Salem – Sella 1944, p. 119.
1355 – la terra sale cum Motta è annoverata tra le terre feudali – Librino 208.
1375 – locum de la Sala – Glenisson p. 255.
1376 – la Sala appartiene a Matteo di Moncada – Peri 1982, p. 237.
1397 – Miguel d’Embùn è titolare del feudo et turri di la Sala di Madonna Alvira – Barberi, III, p. 9.
1399 – Petro de Pomara riceve Sala – ibidem.
1401 (sett. 2) – Miguel d’Embùn la vende a Ferrerius de Ferrerio – Bresc 1986, II, p. 834.
1401 – castrum et fortalicium de la Sala cum casale, habitacione et pheudo -ASPA, Protonotaro 14, c. 56v (Mauri-ci c. s.).
1408 – Marius de Ferrerio pro castro Sale, donne Albire et casali – Gregorio 1791-92, II, p. 490.
Proprietà attuale: pubblica (Comune).
Stato di consistenza: edificio distrutto quasi totalmente dal terremoto del 1968, di cui rimane documentazione fotografica.
Impianto planimetrico: torre a pianta rettangolare.
Rapporti ambientali: il castello fu costruito per proteggere il casale Sale preesistente.
Descrizione: nel medioevo il castello di Salaparuta era una semplice torre rettangolare costruita con pietre di calcare di medie e piccole dimensioni, sommariamente sbozzate.
Dalle aperture visibili sulle fotografie anteriori alla distruzione (piccole finestre e feritoie) si ritiene che l’interno fosse diviso in tre piani.
La terrazza era coronata da una merlatura con feritoie alia base. Successivamente, fu aggiunta una cinta quadrangolare che delimitò un grande cortile interno.

 

Vedi anche…

Advertisement

Comments are closed.