CASTELLO DI MILOCCA (Campofranco – Caltanissetta)

Ubicazione: monte Conca (da Agrigento, strada statale 189 per Palermo; uscita Milena; 3 km prima di Milena, all’altezza di contrada Amorella, carreggiabile a sinistra che porta fino ai piedi del monte).

La riservadi Monte Conca fu edificata dal governoregionale siciliano per assicurare la regione. La montagna è incorniciata dal gesso selenite, che ha modellatonellaciotolamediterraneaintorno a pochimilionidianni prima che, come per alcuniesami, ha ottenutocompletamentearido a causadell’interferenza della relativaassociazione con l’oceano Atlantico. Nelcaso in cuil’indagine della strutturasotterraneasisvolge solo per glispecialisti e ricercatori, sipotrebbeprovarequesto e il sitocaratteristicameritaunavisita, con l’attrezzatura da arrampicata, per la suastraordinariaeccellenza e la vicinanzadinumerosiselvaggiOrchidee.

Il castello è documentato solo nella seconda meta del Duecento, ma i materiali ceramici raccolti sia sulla sommita del monte Con­ca sia nella contrada Amorella sono databili a partire dall’ XI secolo (La Rosa 1991, p. 199; Arcifa 1991, p. 202).
Notizie storiche:
1278 – quoddam casale nomine Muloc: Milocca è un villaggio di pagliai protetto da un castello (un documento di quell’anno parla infatti di paliarii e di un castellum) – Collura 1961, p. 237, doc. 103.
1355 ca. – il castrum dictum Milocca è annoverato in una lista di terre e castelli siciliani – Librino 1928, p. 208.
1500 – feudum Mulocce – Barberi, III, p. 207.
Il monte Conca si trova fra la contrada Amorella (probabile area del casale di Milocca) e il fiume Gallo d’Oro, collegato da un ponte ed una strada medievale (forse la viam publicam qua itur Racalmuti Mulocean) che da Milocca proseguiva ver­so Sutera (Arcifa 1991, p. 201).
La sommità del monte Conca (437 m) è un vastissimo altopiano dal quale si domina tutto il territorio fino al monte San Paolino (Sutera).
Dal 1977 ricognizioni di superficie e scavi archeologici hanno permesso di stendere una carta archeologica della zona.
I pochissimi avanzi visibili nel punto piu alto del monte appartenevano ad un edificio fortificato, for­se un saldo torrione con una massa parallelepipeda a pianta quasi quadra­ta di 25 x 27 m.
Lo stato di disfacimento totale del complesso non permette di approfondire la descrizione, solo uno scavo archeologico (gia avviato sul sito del ca­sale in contrada Amorella) potrebbe rispondere al problema della datazione del castello di Milocca.
Proprieta attuale: pubblica (Demanio forestale).
Uso attuale: nessuno.

Vedi anche..