TORRE CABRERA (Pozzallo – Ragusa)

La Torre Cabrera è un edificio di oltre trenta metri in elevazione, a pianta quasi quadrata ed ubicata nel centro urbano di Pozzallo.
La torre si erge direttamente dal mare che dal lato nord-ovest, ne lambisce la base.

Questoedificio è situatonelcentrourbano di Pozzallo. Si tratta di trentametri in quota e Piazza in forma. Sorgesullatonord-ovest e chetroppodirettamente dal mare. Non siamocertidelleoriginidella Torre, ma sicrede di esserecostruitoalla fine del XIV secolo, come abbiamolettonelsito qui

Alle spalle della medievale fortezza, nel secolo XVIII si sviluppò il nucleo abitato più antico della città di Pozzallo.
Le origini della torre non sono certe, ma si propende per una sua edificazione sul finire del XIV secolo da parte di Bernardo I Cabrera Conte di Modica con il permesso del re di Sicilia Alfonso V di Aragona.
Dell’inizio del XV secolo è la prima attestazione in quanto turris: … portu, e turri Alpusalli – Recensio Feudorum di re Martino I del 1408.
Nella prima metà del XVI secolo sotto Carlo V la torre fu rinforzata e fu aggiunto il terrapieno bastionato verso il mare.
Questa terrazza digradante sul mare, detta “l’impietrita sentinella” del Mediterraneo è il simbolo di Pozzallo e l’unica testimonianza architettonica del 1400 rimasta superbamente eretta.
Torre Cabrera – PozzalloFra tutti i baluardi che vennero costruiti per fronteggiare le incursioni saracene nel territorio ibleo, la Torre Cabrera era la più imponente e la meglio fortificata. A quell’epoca Pozzallo era un borgo scarsamente abitato della Contea di Modica, dnel quale esistevano solo alcuni magazzini utilizzati per ricevere “ le gabelle“ dovute al Conte dai proprietari terrieri, ed obbligati a versare annualmente una determinata quantità di frumento.
Annesso alla Torre esisteva un “Caricatore”, un luogo di attracco per le navi mercantili del quale lo storico siciliano Tommaso Fazello scrisse: “…una torre grandissima. Fatta da Bernardo Incaprera, la quale è chiamata Pozzallu ed è lambita dal mare e vi si fa gran fiera del grano, e di qua a Malta è poca via, cioè sessanta miglia”.
Tale caricatore sorse nella parte di costa compresa tra la spiaggia Pietre Nere e la “ Balata” (incrocio di latino ed arabo a significare letteralmente “lastrone di pietra”) ed era costituito da vastissimi magazzini, tutti edificati sulla costa, dove venivano convogliati i prodotti della contea (carrube, grano, orzo), e da una serie di pontili e di scivoli, per l’imbarco dei prodotti sui velieri.
Al suo interno,oltre ai soldati, viveva il “ Regio Maestro Portolano “ che era il responsabile della Torre.
Nominato direttamente dal Conte, era il massimo dirigente civile,amministrativo e militare della zona costiera ed era colui il quale sovrintedeva a tutte le operazioni di vendita e di imbarco che si svolgevano nei magazzini.
In ottime condizioni e di proprietà pubblica la torre ospita il Museo della torre Cabrera
Vedi anche…

Advertisement

Comments are closed.