CASTELLO DI CASSARO (Cassaro – Siracusa)

Ubicazione: contrada Castello di Cassaro.
Localizzazione storica: Val di Noto
Cronologia delle principali fasi storico-costruttive: non precisabile.
Notizie storiche:
1299 – castrum – Nicolo Speciale, in Gregorio 1791-92,1, p. 415.
1320 (ante) – Giovanni di Cassaro è il piu antico possessore attestato di Cassaro – SMDS, II, p. 321 (all’opera si rimanda anche per le ulteriori notizie, ove non diversamente indicate).
1355 ca. – castrum dictum lu Cassaru -Librino 1928, pp. 208-209.
1396 – Pietro de Cassaro possiede la terra di Cassaro fino al 1396.
1397 – Anselmo Spadafora è successore di Pietro Cassaro.
1453 – Nicola de Muleto è signore di Cassaro.
1517 – Margherita Muleto s’investe della terra di Cassaro il 21 gennaio; sposa Pietro Siracusa, nobile di Noto.
1525 – Beatrice Siracusa, figlia di Margherita, s’investe della terra di Cassaro il 14 gennaio; sposa Pietro Gaetani, barone di Sortino.
1543 – don Cesare Gaetani s’investe della terra e baronia e castello di Cassaro a 10 dicembre per la morte della madre Beatrice.
1581 – Pietro Gaetani si investe della baronia, terra e castello di Cassaro il 4 febbraio, per la morte del padre Cesare.
1588 – Cesare Gaetani s’investe della terra, feudo e castello di Cassaro a 24 settembre per la morte del padre.
1622 – Cesare Gaetani e il primo marchese di Sortino e il 14 marzo s’investe della terra e castello di Cassaro e ne fu il primo principe.
1632 – Giuseppe Gaetani del Carretto s’investe il 5 giugno della terra e castello di Cassaro per donazione del padre Cesare.
1641 – Cesare Gaetani s’investe della terra e castello di Cassaro il 29 gennaio per la morte di don Giuseppe suo padre.
1652 – Luigi Gaetani Bardi per rinuncia del fratello Cesare, prende 1’investitura della terra e castello di Cassaro il 26 aprile,
Proprietà attuale: privata.
Uso attuale: nessuno.
Stato di consistenza: scarsi resti fuori terra che non consentono una lettura ricostruttiva dell’impianto.
Impianto planimetrico: non rilevabile.
Rapporti ambientali: in epoca medievale il sito del paese era nella zona sottostante il castello. Nel 1598, poichè è in atto un processo di ampliamento del centro urbano che tende ad allontanarsi dal vecchio castello, Cesare Gaetani, signore di Cassaro, invoglia gli abitanti a ritornare a costruire in questo quartiere offrendo i siti delle vecchie case abbandonate (casaleni) con notevoli agevolazioni di pagamento: “esso Illustrissimo Signore concede ad essi citatini, et habitatori di detta terra dello Cassaro la commodita di casalini et orti davanti de li casi novamenti fabricati nello quarto di suso e di menzo et ancora del quartiere dello castello” – Archivio di Stato di Siracusa, notaio Santoro Cappellani 4145, c. 660.

 

Vedi anche…